Perfidia [ROMA]

Pause, punti, virgole

LM

Perfidia

Primo e ultimo amore. O solamente la chiusura del cerchio. Ho iniziato con Ellroy, quasi tre anni fa, col cuore in gola (per l’inizio, e non solo). Chiudo con lui, per adesso.
Sguardo arcigno, o solamente austero. Pur con il libro in mano, la linea tratteggiata e immaginaria va dalla punta del naso alla punta delle scarpe, senza alcuna sbavatura. Di quelle persone che sembrano fabbricate da Ikea, tanto sono compatte, precise e minimali. Il connubio prevede riccioli non scomposti e ombrello (asciutto) poggiato sul braccio sinistro. Le  mani affusolate (da pianista, vorrebbe il luogo comune) e l’anello, chiaro: la luce arriva da li.
Di colore cammello le scarpe e la borsa, a proposito di tradizioni e luoghi e comuni rispettati alla lettera. Chissà che timbro di voce potresti avere, Lettrice, è tutto così armonico che pure l’accenno di grigio all’attaccatura dei capelli sembra perfetto nella cornice generale. Grigio in cima, è il pezzetto di cielo plumbeo…

View original post 164 altre parole