Festa mobile [NAPOLI-ROMA]

Napoli, the second once

LM

heminguaYLettrice intenta a leggere, mangiare, con le cuffiette bianche, guardare fuori (è difficile trattenersi, non c’è che dire). E’ arroccata sul finestrino, con un braccialetto bordeaux, tre anelli e un libro dalla copertina senza colori. Sembra felice, non sembra tranquilla. C’è un nemico eclatante: le briciole del panino. Lettrice proprio non sopporta tutto quel proliferare di microrganismi polverosi e colorati che si insinuano “maliziosi e disonesti” nelle pieghe della maglietta bianca. Lettrice è piuttosto buffa, ci prova e ci riprova a fare finta che non siano elementi di disturbo. Si guarda intorno, prova a improvvisare un po’ di indifferenza. Ma il pensiero torna fisso, pur girando le pagine, con un altro morso al panino, abbassando la musica, schiacciando il naso sul vetro alla sua sinistra. Lasciarsi osservare, senza saperlo, è sempre imperdibile; buffo, quando si è fortunati. La consequenzialità e l’impazienza dei gesti, netti, lascia spazio, a chi osserva, di…

View original post 94 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...