Decameron [NAPOLI]

La prima volta a Napoli

LM

decameornLinea 1. Eh. C’è qualcosa che non mi torna, appena salita in metro; troppi sguardi orizzontali, quasi nessun capo chino. Poche fermate prima di Toledo finalmente l’attenzione si arena tutta su uno zaino che oscilla, tenuto a spalla per miracolo. Sotto lo zaino una giacca, che ha la meglio sulla folla, sulla temperatura e sul tentativo impertinente dello zaino di tirarla giù. Lo sguardo (il mio) trova riposo correndo fino a un braccio sinistro, e un titolo: Decameron. Risalendo su trovo gli occhi di Lettore. Anche lui tiene il suo (lo sguardo) orizzontale, si, ma è diretto nel vuoto. Guarda fisso di fronte, come si guarda fisso perché si è a servizio di pensieri stropicciati o alla ricerca di concentrazione. Non sembra distratto,  piuttosto un essere umano in pausa, pur se non è dato sapersi da cosa. Vivo, non vitreo.  Cerca di prendere qualcosa dalla tasca, al rallentatore. Potessi…

View original post 91 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...