Diario [ROMA]

diciassettenovembre, “look how they shine for you”

LM

tomtomEppure, stavolta è una dedica a essere protagonista. Lettore è seduto, altissimo, si capisce da come e quanto è incrociata la gamba sinistra sulla destra: l’espressione decisiva di chi non è abituato al lusso di due sedili tutti per sé. Ha un cappotto di dubbia modernità, un paio di mani (bellissime) (che sanno di talco e “di mattina presto” secondo me) e una busta di plastica. Dentro c’è un miniciclamino violetto che non ne vuol sapere di stare la dentro. Se sorride, Lettore,  ci sentiamo subito meglio in più di uno. Solo interrogandoci da dove arrivi, con quella faccia un po’ così e quell’ espressione un po’ così. Sta leggendo, ma puntualmente torna alla prima pagina, dove c’è un indiziato speciale, Vostro Onore. Inizia con “Etty trova…”. Chissà cosa (r)accorda quella dedica, alla quale Lettore ritorna con ritmo regolare e disciplinato, come se aggiungesse ricordi e pezzetti da significare…

View original post 125 altre parole

Annunci

The Readers Club: Copia-e-incolla/ La Primavera di Cosroe [ROMA]

Caos

LM

primavera diFila di quattro sedili, metro A, itinerario imprecisato tra Valle Aurelia e Pontelungo. A guardarli vicini, questo è il contrasto perfetto. Anche se lui,a destra, è in tenuta da lavoro e lei è vestita da sua figlia ribelle. Anche se tutto lascia intendere che a lui manchi una giacca, e molto più di una fermata di metropolitana prima di sciogliere il nodo della cravatta. E  che il bianco e nero dell’abito (e degli occhi) sia comunque addolcito dai colori gentili della copertina; c’è una Tavolozza fra gli editors, lo so. Che stavolta è stato scelto il petrolio, o l’oliva, o un allegro mistilingue dei due, per dare letteralmente un tono a Lettore, accompagnato da La primavera di Cosroe. Quei colori sanno di mousse, lo voglio sapere. Cinquanta sfumature di mousse. Lei, sulla sinistra, in piedi. E’ coloratissima, a righe, a pois, ha tutto ciò che serve per essere in disordine…

View original post 105 altre parole